La mia biografia

Diego Cocco è nato nel 1979 a Valdagno (Vicenza). Ha pubblicato racconti brevi in varie antologie in formato cartaceo ed elettronico. Per la rivista “Skan Magazine” ha scritto numerose poesie nella rubrica Versi Horror.
“Lame senza memoria” è la sua prima raccolta di micro – racconti in versi (2016 – Lettere Animate Editore).
Nel 2017 con Alcheringa Edizioni ha presentato la silloge: “Il collante dell’umanità chiamalo dolore”, premiata al Concorso Nazionale “Leandro Polverini” – sezione Poesia Crepuscolare.
Alcuni suoi testi sono stati segnalati con menzione d’onore al Premio Internazionale “Ossi di Seppia”.
Per il periodico online “La Testata” ha curato la rubrica di poesia Il giardino dei sei colpi.
Ha vinto il Premio “Teresa Cognetta” con l’opera Ballata del mondo storto e la prima edizione del Concorso “Briciole di poesia” con lo scritto Il massaggio.
“Lo scrittore eterno muore ogni quarto d’ora” è il titolo del suo romanzo sperimentale (2017 –
Edizioni Amande).
La sua quarta opera, “Gli sconfitti mordono con misericordia”, è stata pubblicata da CTL Editore
nel febbraio 2019.
“Non può essere tutto qui” è il nome della nuova silloge empirica (2019 – PAV Edizioni).